Dividere gli spazi in ufficio con i nuovi divisori in vetro anti-contagio Covid-19

Questa pandemia ha cambiato il nostro modo di vivere e lavorare e, oggi più che mai, la divisione degli spazi è diventata necessaria e importante.
Barriere, schermi, pareti e pannelli divisori fanno parte ormai della realtà quotidiana per garantire il distanziamento sociale e interpersonale contro la diffusione del COVID-19.
Terminato il primo lock-down, con il ritorno ad uno stile di vita più “normale”, è però emerso il bisogno di rendere sicura la convivenza in ufficio senza stravolgere totalmente l’ambiente lavorativo.
Per garantire il distanziamento e creare così una ambiente di lavoro sicuro per la clientela e per i propri dipendenti, molte realtà più o meno dimensionate, appartenenti sia al settore pubblico sia a quello privato, hanno iniziato ad acquistare pannelli e divisori.

Il ritorno dei dipendenti in ufficio

In molte realtà lavorative, non tutti i dipendenti sono tornati a lavorare in ufficio a pieno regime: lo smart working da casa è infatti ad oggi molto diffuso, e anche l’adozione di orari flessibili aiuta a tenere sotto controllo l’affollamento negli uffici; però ambedue non possono rappresentare delle soluzioni sostenibili nel lungo termine e quindi definitive.
Ecco, dunque, che attraverso pannelli in vetro che fungono da barriera ‘invisibile’ contro la diffusione del COVID-19 si può ottenere una soluzione di facile installazione e di bell’impatto estetico.

Schermo protettivo contro la diffusione del virus: ecco perché scegliere il vetro come materiale

Nonostante per molti non addetti al settore il vetro rappresenti una scelta più adatta per spazi chiusi e di pregio, per via della fragilità e del suo alto valore estetico, in realtà esso è incredibilmente versatile e utilizzabile in svariati contesti, per nulla troppo ‘delicato’ se fissato ad un adeguato supporto.

Per approfondire l’argomento leggi questo articolo sui punti di forza e i suoi impieghi del vetro.

Il vetro temprato o temperato è sicuro per le persone, viene utilizzato in virtù di tutte quelle caratteristiche e proprietà che lo rendono adatto sia per ambienti chiusi sia per spazi aperti, ha una permeabilità alla luce maggiore di qualunque altro materiale utilizzabile, ed è capace di rendere lo spazio più ampio e raffinato migliorandone la percezione complessiva.
Proprio in virtù dei suoi punti di forza, in questo particolare momento storico, il vetro è prediletto da un certo mercato per la produzione di pareti divisorie che donano insieme sicurezza dal contagio, igiene e privacy acustica.

I pannelli divisori in vetro di TFVETRITALIA

Tf Vetritalia realizza vetri per l’architettura di interni ed esterni e si impegna anche a fornire soluzioni personalizzate e sicure, per aiutare a combattere la diffusione del virus nei luoghi di lavoro.

Siamo disponibili, in ragione dell’attuale emergenza pandemica, ad offrire soluzioni in vetro idonee a proteggere le persone dal rischio di contagio: come un vetro temperato 4 mm che può essere posizionato verticalmente su un piano di lavoro oppure un vetro 6 mm appoggiato a terra.
I pannelli divisori in vetro, oltre a separare fisicamente un ambiente e a garantire la sicurezza di cui tutti necessitano, consentono un facile adattamento in previsione di cambiamenti strutturali futuri.
Offriamo soluzioni customizzate per banchi reception, sale d’attesa, bar, ristoranti e negozi di ogni genere, con la possibilità di coordinare lo stile del vetro a quello dell’ufficio e dell’azienda.

Per un luogo di lavoro sicuro, acquista ora pannelli separatori in vetro per ufficio di TF VETRITALIA!
Richiedi un preventivo! CONTATTACI