Vetro curvo e arredamento, ecco come realizzare parapetti in vetro sicuri

Il vero protagonista dell’arredamento d’interni e outdoor degli ultimi anni?

Il vetro, che sempre più di frequente viene impiegato per la realizzazione di parapetti per interni e per esterni di abitazioni private ed edifici pubblici.

La ricerca di una soluzione resistente e con una manutenzione non eccessivamente pretenziosa aveva portato gli esperti del settore a scegliere come materiali da costruzione ferro, acciaio inox, alluminio e legno.

L’attuale bisogno di creare ambienti luminosi ha spinto la maggior parte degli arredatori a scegliere il vetro per la realizzazione di parapetti per balconi, pareti di edifici e scale per interni.

La possibilità di acquistare soluzioni autopulenti ha sciolto infine i dubbi degli ultimi scettici, convinti fino a poco tempo fa che la manutenzione del vetro fosse di gran lunga più complicata.

Come coniugare estetica e sicurezza nella realizzazione di parapetti in vetro per interni

In fase di progettazione oltre al fattore estetico è molto importante sviluppare una soluzione che sia oltre che di design anche sicura: per raggiungere entrambi gli obiettivi è opportuno rivolgersi a figure professionali con un certo livello di esperienza.

Ma qual è la tipologia di vetro più sicura per la realizzazione dei parapetti?

Prendendo in considerazione la resistenza e il tipo di struttura del parapetto in vetro si è soliti individuare tre differenti livelli di sicurezza.

Il primo livello fa riferimento a quel parapetto in vetro per interni dove la struttura non prevede l’installazione di un appoggio, di un corrimano o altro: il solo materiale utilizzato è il vetro.

Il secondo livello invece racchiude tutte quelle strutture dove oltre al vetro troviamo un corrimano: questa soluzione sarà sicuramente più stabile e sicura rispetto alla precedente.

Infine, il terzo livello dove troviamo sia la struttura portante che il corrimano che rendono il vetro stabile su più punti e assicurano il massimo livello di sicurezza.

 

L’utilizzo del vetro temperato nel settore dell’edilizia e dell’arredamento d’interni

Il vetro temperato trova ampio impiego anche nella realizzazione di parapetti in vetro e di altre strutture per interni dove si è alla continua ricerca di soluzioni caratterizzate da un alto livello di sicurezza.

Il processo di tempra rende le lastre robuste, particolarmente resistenti agli urti e alle sollecitazioni termiche e garantisce, in caso di rottura del vetro, la massima sicurezza in quanto la lastra si frantuma in piccolissimi pezzi privi di spigoli taglienti.

Il vetro temperato viene così utilizzato, oltre che per la realizzazione di parapetti esterni, per porte, pareti divisorie, ante per box doccia e per elementi di arredo di altri ambienti della casa come le cucine.

 

Monolitico o stratificato, ecco le tipologie di vetro più sicure

Fattore sicurezza e fattore normativo ci permettono di individuare differenti tipologie di vetro che vengono impiegate nella costruzione di parapetti: vetro monoliticoevetro stratificato.

Sia il vetro monolitico che quello stratificato possono essere sottoposti o meno al processo di tempra: questa ulteriore distinzione ci permette di distinguere tra vetro monolitico temperato, vetro monolitico non temperato, vetro stratificato temperato evetro stratificato non temperato.

Il vetro monolitico viene solitamente sconsigliato per la realizzazione balconi e parapetti interni perché non in grado di garantire i livelli di sicurezza richiesti dalla normativa anche se sottoposto al processo di tempra che lo rende 4 volte più resistente rispetto alla versione non trattata.

Per quanto riguarda il vetro stratificato dobbiamo distinguere tra:

  1. vetro stratificato con 2 lastre non temperato, solitamente consigliato quando la struttura realizzata in vetro ed alluminio rispetta la normativa UNI 11678 del 2017;
  2. vetro stratificato con 2 lastre temperato, la tipologia di vetro più utilizzata che permette di godere degli stessi vantaggi di soluzioni con uno spessore superiore a seconda della destinazione d’uso;
  3. vetro stratificato con 3 lastre temperato, impiegato durante la costruzione di grandi edifici come stadi e altre strutture che devono ospitare grandi quantità di persone contemporaneamente.

Scopri le applicazioni del vetro temprato per l’architettura di TFVetritalia:clicca qui ed inviaci la tua richiesta!